Callout piè di pagina: contenuto
+39 06 360959 1 uicca@avventisti.it

Dichiarazione sulla temperanza

Documenti ufficiali
1. Dichiarazione sull’aborto
2. Abuso e violenza in famiglia
3. Ambiente e l’ecologia
4. Anno 2000
5. Associazione Internazionale per la Difesa Libertà Religiosa
6. Benessere e Valore dell’infanzia
7. Chiesa e Società
8. Clonazione umana
9. Considerazioni sulla procreazione umana assistita
10. Cure ai malati terminali
11. Dichiarazione della Chiesa avventista per l’eliminazione della violenza contro le donne
12. Dichiarazione della Chiesa avventista su attività e spirito di competizione
13. Dichiarazione della Chiesa avventista su uso, abuso e dipendenza da sostanze chimiche
14. Dichiarazione della Chiesa avventista sui costumi sessuali, preoccupazioni
15. Dichiarazione della Chiesa avventista sui pericoli dei cambiamenti climatici
16. Dichiarazione della Chiesa avventista sul benessere e sul valore dei bambini
17. Dichiarazione della Chiesa avventista sul controllo delle nascite
18. Dichiarazione della Chiesa avventista sul creato, sua salvaguardia
19. Dichiarazione della Chiesa avventista sul divieto di vendita di armi d’assalto ai civili
20. Dichiarazione della Chiesa avventista sul nostro Nome e la nostra Missione
21. Dichiarazione della Chiesa avventista sulla libertà di parola e la diffamazione delle religioni
22. Dichiarazione della Chiesa avventista sulla Povertà Globale
23. Dichiarazione della Chiesa avventista sulla Sacra Bibbia
24. Dichiarazione sulla disciplina e tutela dei bambini
25. Dichiarazione della Chiesa avventista sulle unioni omosessuali. Una conferma del matrimonio cristiano
26. Dichiarazione della Chiesa avventista sullo Spirito di Profezia come manifestato nel ministero e negli scritti di Ellen G. White
27. Dichiarazione della chiesa avventista sull’abuso sui minori
28. Dichiarazione della Chiesa avventista sull’AIDS
29. Dichiarazione della Chiesa avventista sull’ambiente
30. Dichiarazione della Chiesa avventista sull’omosessualità
31. Dichiarazione della Chiesa avventista sull’Osservanza del Sabato
32. Dichiarazione della Chiesa avventista sull’uso di droghe
33. Dichiarazione della Chiesa avventista: Risposta al documento Una Conferma della Creazione
34. Dichiarazione della Chiesa avventista: Risposta al documento Una Conferma della Creazione – Riconferma
35. Dichiarazione della Chiesa avventista: Una Conferma della Creazione
36. Dichiarazione sui rapporti umani
37. Dichiarazione sul matrimonio
38. Dichiarazione sulla gestione dell’ambiente
39. Dichiarazione sulla pornografia
40. Dichiarazione sulle questioni femminili
41. Ecumenismo
42. Gioco d’azzardo
43. I rapporti con lo Stato Italiano: l’Intesa
44. Intolleranza razziale
45. La Chiesa avventista condanna gli atti di terrorismo a Londra
46. La violenza domestica
47. Le chiese e l’accoglienza
48. Libertà Religiosa, Evangelizzazione e Proselitismo
49. Linee guida della Chiesa avventista
50. Minoranze Religiose
51. Missione della Chiesa
52. Norme per la regolazione dei rapporti tra lo Stato e l’Unione italiana delle Chiese cristiane avventiste del 7° giorno
53. Pace
54. Principi cristiani per le manipolazioni genetiche
55. Rapporti con le altre chiese
56. Ritorno di Gesù Cristo e il 2000
57. Scienza e Fede
58. Sfide delle malattie a trasmissione sessuale
59. Dichiarazione sulla temperanza
60. Dichiarazione della Chiesa avventista sulla famiglia
61. Dichiarazione sul transgender
62. Dichiarazione sulla prospettiva biblica in merito alla vita prima della nascita e alle implicazioni per l’aborto

La Chiesa Avventista ha sempre attribuito un’importanza particolare all’igiene e alla salute del corpo. L’astensione da sostanze nocive quali le droghe ma anche l’alcol e il tabacco è parte integrante del messaggio avventista, non solo per i propri membri ma anche per tutti gli uomini. In questo la Chiesa si è fatta promotrice di programmi di aiuto per le persone affette da qualsiasi tossicodipendenza. Con questo documento si è impegnata a dare una testimonianza concreta in questo settore, in particolare chiedendo alle organizzazioni della Chiesa di rifiutare le offerte e i donativi provenienti da industrie produttrici di bevande alcoliche e tabacco. Questo documento è stato approvato nell’ottobre 1992.
Fin dalla sua fondazione la Chiesa Cristiana Avventista ha collocato la temperanza fra i suoi obiettivi più importanti e ha avuto un ruolo determinante nella lotta contro l’alcol, il tabacco e le altre droghe. Mentre per alcune denominazioni cristiane il tema della temperanza ha perso progressivamente la propria rilevanza, gli avventisti hanno continuato a opporsi vigorosamente all’uso dell’alcol, del tabacco e delle droghe. Questa posizione della Chiesa che sostiene l’astinenza da sostanze nocive è formulata esplicitamente nei principi fondamentali di fede.

Tuttavia alcuni dati evidenziano come in certe zone sia in atto un processo tendente a sminuire il valore della promozione, all’interno della Chiesa, dei principi della vera temperanza. Questa tendenza, accompagnata dalle sistematiche campagne pubblicitarie delle industrie produttrici di bevande alcoliche e tabacco, ha rivelato che un certo numero di avventisti non sono rimasti insensibili a questi influssi negativi e pericolosi.
Un problema che si ripresenta periodicamente è quello dell’opportunità di accettare, in quanto organizzazioni religiose, offerte in denaro da parte di industrie produttrici di alcol e tabacco. La Chiesa Avventista sostiene che tali offerte non devono essere accettate né dalla Chiesa né dalle sue istituzioni. Questo denaro è macchiato dalle miserie umane e nel caso delle industrie produttrici di bevande alcoliche «è stato ottenuto distruggendo delle vite umane» (E.G. White, Review and Herald, 15 maggio 1894). La missione evangelica della Chiesa Avventista comprende l’esplicita disapprovazione del male e il rifiuto dell’approvazione e dell’incoraggiamento per chi produce «veleni che portano alla miseria e alla rovina» e il cui «commercio è una truffa» (E.G. White, The ministry of Healing, p. 337)

La Chiesa Avventista riafferma la sua storica presa di posizione circa i principi della temperanza, incoraggia progetti e programmi che sostengano il punto 21 dei principi fondamentali di fede e si rivolge a ogni membro affinché nella propria vita si impegni ad astenersi da ogni forma di consumo di alcol, di tabacco e dall’uso irresponsabile di qualsiasi tipo di droga. Il comitato plenario del 1992 chiama la Chiesa a un risveglio circa i principi della temperanza ed esorta i singoli o le organizzazioni della Chiesa a rifiutare donazioni od omaggi da parte di industrie che producono bevande alcoliche o tabacco.

Pulsante torna in alto