Dal gr. Hagiasmos da hagiazò = consacrare, mettere da parte e dal latino sanctus.L’idea fondamentale espressa è quella di qualcosa di separato o radicalmente differente dall’ordinario. Ciò che è santo contrasta con tutto ciò che è profano o, in altri termini, secolare. Nell’Antico Testamento il termine “santo” viene applicato principalmente a Dio e solo secondariamente alle cose che stanno in relazione con lui: il tempio, i sacerdoti e anche il popolo d’Israele. Quando il Nuovo Testamento descrive i membri di chiesa come santi, si riferisce alla loro peculiare relazione con Dio. In quanto santi sono persone appartate per uno scopo speciale e, come i sacerdoti e i sacrifici del culto ebraico, essi debbono essere puri e innocenti. Questo è il motivo per cui il Nuovo Testamento insiste sulla purezza personale e sul corretto modo di vivere tra i discepoli di Cristo.

[vcex_button url=”http://bit.ly/2OnC2ws” title=”compila il modulo” style=”graphical” align=”left” color=”blue” size=”small” target=”blank” rel=”none”]APPROFONDISCI LA LETTURA[/vcex_button]