“Dio è amore” (1 Giovanni 4:8). Questa è la più breve ed anche la più intima dichiarazione che ci rivela l’essenza di Dio. La sua brevità non ne diminuisce l’enorme importanza e la sua semplicità non ne riduce l’immensa portata. Se qualcuno mi chiedesse di riassumere in una sola frase il contenuto della Bibbia, risponderei: «Dio è amore». Dal primo capitolo di Genesi fino all’ultima sezione dell’Apocalisse la Bibbia è un unico canto di lode. Il tema di questo canto dice: «Dio è amore». L’amore di Dio è il pensiero dominante di tutta la Bibbia in ognuno dei 66 libri che la compongono. Fu l’amore di Dio che andò in cerca dell’uomo, sul far della sera, per cercare di riprendere il dialogo interrotto (Genesi 3: 9). Fu l’amore che spinse Dio a scacciare dal giardino dell’Eden Adamo ed Eva dopo che essi ebbero peccato, come è descritto del terzo capitolo di Genesi. Fu l’amore che spinse Dio a promettere un Redentore immediatamente dopo il peccato (Genesi 3: 15). Fu l’amore di Dio che chiamò Abramo, Isacco e Giacobbe a servirlo. Essi furono una benedizione per i loro diretti discendenti e per tutta l’umanità. Fu l’amore di Dio che liberò gli Israeliti dalla schiavitù dell’Egitto. Nella storia del popolo d’Israele si coglie con forza l’amore di Dio. Fu un gesto d’amore che Dio inviò Gesù Cristo sulla terra, affinché Egli potesse morire per l’umanità oppressa dal peccato. Sarà ancora in un gesto d’amore che Dio manderà nuovamente Gesù Cristo su questa terra per il più grande avvenimento della storia dell’umanità.

[vcex_button url=”http://bit.ly/2Om0oXO” title=”compila il modulo” style=”graphical” align=”left” color=”blue” size=”small” target=”blank” rel=”none”]APPROFONDISCI LA LETTURA[/vcex_button]