L’insegnamento biblico sul matrimonio è riassunto nell’affermazione: “Perciò l’uomo lascerà suo padre e sua madre e si unirà a sua moglie, e saranno una sola carne” (Genesi 2:24). Questo versetto è pure citato dal Signore Gesù (Matteo 19:5) e dall’apostolo Paolo (Efesini 5:31) come autorevole insegnamento di base sul matrimonio. In questo versetto la parola chiave è «una sola carne. Essa sottolinea l’intima comunione ed integrazione umana che avviene fra un uomo ed una donna e di cui l’aspetto fisico è espressione tangibile. Essa stabilisce così che il matrimonio sia la più profonda unità fisica e spirituale che avvenga fra un uomo ed una donna. In occasione della creazione di Eva, Iddio osserva: “Non è bene che l’uomo sia solo; io gli farò un aiuto conveniente a lui” (Genesi 2:18). Egli indica così, in qualche modo, l’incompletezza dell’uomo o della donna privi l’uno dell’altra e stabilisce il matrimonio come mezzo per raggiungere questa completezza.

[vcex_button url=”http://bit.ly/2Ogf9v5″ title=”compila il modulo” style=”graphical” align=”left” color=”blue” size=”small” target=”blank” rel=”none”]APPROFONDISCI LA LETTURA[/vcex_button]