Le parole si evolvono e a volte cambiano di significato. Il termine Torah, usato generalmente per indicare la legge, sembra derivare da una radice antica (yara) del vocabolario dei pastori, che significa «lanciare» (probabilmente delle pietre per guidare il gregge), sebbene altri la riferiscono alla radice or, che significa «luce» (Sal 119:105). I testi sacri la riempiono di significati che vanno nella direzione dell’insegnamento, dell’istruzione, della dottrina e per estensione della rivelazione divina (Dt 31:9-13). La Torah non è tanto un insieme di ordini, ma un orientamento. Più che una legge pura e semplice è un cammino che ci viene posto davanti perché lo seguiamo.

[vcex_button url=”http://bit.ly/2Oe7wFr” title=”compila il modulo” style=”graphical” align=”left” color=”blue” size=”small” target=”blank” rel=”none”]APPROFONDISCI LA LETTURA[/vcex_button]