+39 06 360959 1 uicca@avventisti.it

La nostra è una Chiesa

... che dà a chi ha bisogno

Grazie ai fondi dell’8xmille destinato dai contribuenti italiani agli avventisti, ogni anno realizziamo numerosi progetti su tutto il territorio nazionale e internazionale.

... che ricerca una vita sana

Fin dalle sue origini la Chiesa Cristiana Avventista del Settimo Giorno è stata particolarmente attenta al valore della salute, impegnandosi in attività di sensibilizzazione e di prevenzione, sottolineando l’importanza di una sana alimentazione, consigliando il vegetarianesimo e uno stile di vita sano.

Tramite la stampa di riviste specializzate, corsi per corrispondenza e altre iniziative desidera offrire conoscenza su quanto può contribuire al benessere, inteso nel senso più ampio del termine: stare bene, sentirsi bene, in pace con se stessi.

... che difende i diritti umani

Ha creato il Dipartimento della Libertà Religiosa che opera a livello locale, regionale, nazionale e mondiale.
Inoltre, ha creato due organismi internazionali che operano presso l’ONU: IRLA (International Religious Liberty Association) e AIDLR (Associazione Internazionale per la Difesa della Libertà Religiosa), quest’ultima riconosciuta anche presso il Consiglio d’Europa.

... che porta la speranza

Tornerò di nuovo e vi porterò con me

La speranza-certezza della soluzione definitiva dei problemi fa degli avventisti dei credenti sereni, ottimisti, impegnati positivamente, sensibili ai valori della moralità pubblica e privata e alla cura e mantenimento del vincolo familiare.

Cosa vuol dire il nome Chiesa cristiana avventista del settimo giorno?

La nostra comunità è sorta negli Stati Uniti e si situa nel solco aperto dal protestantesimo. Crede perciò in Cristo che, solo, può perdonare e salvare.
Promuove molteplici attività, tutte volte alla predicazione della Bibbia, ritenuta l’unica regola di fede, autofinanziandosi attraverso le decime e le offerte volontarie dei suoi fedeli.
In Italia opera fin dal 1864 e nel 1986 ha stipulato con il nostro Governo un’Intesa trasformata poi nella legge 22.11.88 n. 516.
Sul territorio nazionale è presente con oltre un centinaio di chiese, una Casa Editrice a Firenze, un Istituto di Cultura Biblica (riconosciuta come università a Firenze), una Casa di Riposo a Forlì, un Centro Giovanile a Poppi (Arezzo) e il centro Polivalente Vallegrande a Piazza Armerina (Enna), vari centri per l’assistenza ai poveri, 9 emittenti radio in FM (e in streaming e via satellite) ed una stazione televisiva via web.

Cristiana Avventista: cosa significa

In questo nome sono raccolte le caratteristiche fondamentali della chiesa: essa si definisce “cristiana” perchè ha Cristo come centro della propria fede e per distinguersi da altre comunità di credenti.
La Chiesa Avventista tuttavia ha in comune con le altre chiese cristiane (che si possono dividere in tre grandi gruppi: cattolici, protestanti e ortodossi) alcuni fondamenti della fede, come la credenza nella Bibbia quale libro ispirato da Dio, la credenza in Gesù come Dio venuto sulla terra in forma umana per salvare l’uomo caduto nel peccato, ecc.

Perché avventista

“Avventista” significa: “Colui o colei che attende l’avvento di Cristo”. La Bibbia ci dice infatti che Gesù dopo la risurrezione, prima di ascendere al cielo, ha promesso ai discepoli che sarebbe ritornato su questa terra per mettere fine al male, alla sofferenza e per inaugurare un mondo nuovo. Gesù ha dato anche ai discepoli dei segni dei tempi, cioè dei segni caratteristici dell’epoca in cui sarebbe tornato, dei segnali che avrebbero permesso ai suoi discepoli di sapere che il suo ritorno si stava approssimando. Noi avventisti crediamo che molti segni si siano adempiuti e quindi che il ritorno di Gesù sia più vicino.

Perché del settimo giorno

Perchè il settimo giorno, secondo la Bibbia è il sabato (Esodo 20:8-11; Levitico 23:3; Luca 23:54;24:1), il nome ebraico che significa riposo. Il 7° giorno è stato scelto da Dio come giorno a lui dedicato fin dal tempo della creazione (Genesi 2:1-3) e la Chiesa Avventista, seguendo l’esempio della chiesa degli apostoli, lo osserva ancora oggi come giorno di astensione dai lavori settimanali, di riposo e di riunione per il culto comune.