+39 06 360959 1 uicca@avventisti.it

Benessere e Valore dell’infanzia

Serie: Documenti ufficiali

57.ma Sessione della Conferenza Generale
TORONTO – 4 luglio 2000 ore 10.00
Nella sala del Windows SkyDome Restaurant è stata presentata la Dichiarazione sul benessere e valore dell’infanzia dalla dott.ssa Lyn Behrens, presidente dell’Ospedale Loma Linda, da Jean Parchment e da Virginia Smith (Child Ministry director GC).

Gli avventisti del settimo giorno affermano il diritto di ogni bambino a vivere in un ambiente famigliare felice e stabile, alla libertà e al sostegno per crescere per essere la persona voluta da Dio. Nel 1989 l’Assemblea Generale delle Nazioni Unite riconobbero l’importanza fondamentale dei bambini adottando la “Convenzione sui Diritti del Bambino”. In armonia con molti degli elevati principi e considerando il valore che Gesù riconobbe ai bambini quando disse: “Lasciate che i bambini vengano a me e non glielo vietate, perché di essi è il regno dei cieli” (Matteo 19:14), ci sforziamo di soccorrere i bambini che soffrono a causa dei seguenti influssi distruttivi:

Povertà – La povertà ha un impatto sullo sviluppo del bambino, privandolo del cibo necessario, dell’abbigliamento e della sicurezza e per conseguenza comporta rischi per la sua salute ed educazione.

Analfabetismo – L’analfabetismo rende più difficile per i genitori riuscire a guadagnare il necessario per sostentamento della famiglia e per permettere che i bambini raggiungano il loro potenziale.

Cura sanitaria carente – Milioni di bambini non possono avere accesso alle cure sanitarie perché sono privi di copertura assicurativa oppure vivono in luoghi in cui le cure sanitarie non sono disponibili.

Sfruttamento e vulnerabilità – I bambini sono corrotti e sfruttati quando sono usati per lavori sottopagati, per affari loschi, in conflitti armati, per le perversioni sessuali di adulti adescatori e quando sono esposti come oggetti di sesso esplicito nei mezzi di comunicazione di massa e in internet.

Violenza – Ogni anno molti bambini muoiono di morte violenta. La grande maggioranza di individui che soffrono nei conflitti armati sono donne e bambini. I bambini portano profonde cicatrici fisiche e psicologiche, anche dopo che i conflitti siano cessati.

In risposta ai problemi e bisogni suesposti, gli Avventisti del Settimo Giorno si schierano a favore dei seguenti diritti del fanciullo:

  1. Il diritto a una famiglia stabile e affettuosa dove vi sia sicurezza e libertà da ogni abuso.
  2. Il diritto alla nutrizione, vestiti e sicurezza.
  3. Il diritto a cure mediche adeguate.
  4. Il diritto a un’educazione che prepari i bambini per svolgere un ruolo positivo nella società sviluppando il loro potenziale personale e offrendo buone opportunità.
  5. Il diritto a un’educazione religiosa e morale in casa e in chiesa.
  6. Il diritto di essere libero da ogni discriminazione e sfruttamento.
  7. Il diritto alla personalità, rispetto e allo sviluppo positivo della stima di sé.